Mission

La Mission del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Oncologiche e Gastroenterologiche è indirizzata ad integrare le attività di ricerca clinica e di base con quelle didattiche pre e post-lauream, sviluppando linee di ricerca condivise e attività di formazione ad ampio spettro, tenendo conto altresì delle esigenze assistenziali istituzionali.

La Chirurgia si articola nei seguenti settori:


Oncologica
Rappresenta uno dei principali elementi di unione del Dipartimento. Tutti i settori scientifico-disciplinari sono coinvolti in progetti di ricerca e di didattica, prevalentemente post-lauream, sulla chirurgia dei tumori. In questi progetti le problematiche chirurgiche sono strettamente integrate con quelle della biologia cellulare e molecolare dei tumori esofago-gastrointestinali, epatici, pancreatici, mammari, endocrini, del melanoma, della carcinosi peritoneale, dei sarcomi delle parti molli e dell'apparato osteo-articolare e del tratto genito-urinario.


Trapiantologica addominale
Comprende i trapianti di fegato, di rene, di pancreas, e la prospettiva di un futuro programma di trapianto di intestino. Si tratta di un’attività multidisciplinare di alta specializzazione, di notevole rilievo in ambito nazionale ed internazionale, che coinvolge personale medico del Dipartimento sia in ambito chirurgico che gastroenterologico e immunologico.


Geriatrica
Lo studio dell’invecchiamento copre tutti i campi di ricerca del Dipartimento spaziando dai processi di senescenza e degenerazione della cellula alle involuzioni delle risposte immunologiche dell’organismo con indubbi rapporti con l’oncogenesi ed i trapianti d’organo.


Endocrina
L'interesse di ricerca include sia aspetti di natura tecnica strettamente chirurgica (quali ad esempio il ruolo della chirurgia mini invasiva e robotica), sia aspetti di interesse oncologico di base.


Urologica
L'interesse è rivolto a tutte le patologie oncologiche, metaboliche e funzionali dell'apparato genito-urinario maschile e femminile. Nell'ambito urologico un interesse particolare di ricerca rivestono le patologie urologiche congenite ed acquisite del bambino. La partecipazione al programma di trapianto renale pediatrico e l'interesse storico di ricerca  sui tumori urologici, rendono l'attività dei docenti di questo settore particolarmente integrata nel nuovo Dipartimento.


Ortopedica
L'interesse dei docenti di questo settore è rivolto all’approfondimento e perfezionamento dei processi diagnostici, delle strategie preventive e dei trattamenti chirurgici delle patologie muscolo scheletriche di maggiore impatto sanitario e sociale. Tali attività di ricerca trovano strette correlazioni con i principali temi di ricerca presenti nel costituendo Dipartimento: l’invecchiamento, l’oncologia, l’infiammazione, l’immunologia e i trapianti d’organo.

Le linee di ricerca sono molteplici e concernono le seguenti tematiche:
- patogenesi  delle neoplasie associate ad infezioni virali e ad immunodepressione;
- modificazioni genetiche e  epigenetiche nella genesi dei tumori;
- meccanismi di  cancerogenesi gastrointestinale ed epatica;
- tumori eredo-familiari;
- microambiente tumorale;
- cellule staminali tumorali;
- farmacogenetica e farmacogenomica delle neoplasie;
- individuazione di nuovi marcatori molecolari tumorali;
- immunologia dei tumori;
- approcci innovativi nella immunoterapia dei tumori;
- immunologia dei trapianti;
- patologia associata all'infezione da HIV;
- epidemiologia descrittiva ed analitica dei tumori.
Al di là della relativa diversificazione delle linee di ricerca, la condivisione delle idee tra i docenti interessati alle problematiche oncologiche ed immunologiche è costante. La collaborazione tra gruppi è intensa e fattiva attraverso lo scambio continuo di competenze ed il confronto dei dati nelle sessioni seminariali.

Lo studio delle patologie di interesse gastroenterologico ed epatologico (malattie infiammatorie croniche intestinali, malattia celiaca, disordini gastrointestinali di tipo funzionale, epatopatie, tumori), dalla patogenesi al trattamento, e l'offerta di una didattica d'avanguardia su queste patologie, rappresentano due importanti obbiettivi del Dipartimento. Un tema di aggregazione tra i diversi settori è “l’infiammazione”, intesa sia come risposta a insulti esterni batterici o virali sia come risposta immunologica. L’altro comune denominatore è rappresentato dalla traslazione concreta delle acquisizioni dalla scienza di base alla pratica clinica e di conseguenza alla didattica.